Rifiut(ars)i. L’ennesima occasione persa di ascoltare la città

Ieri sera eravamo presenti, alla Cdp di Querceto, all’incontro sui rifiuti e sull’inceneritore organizzato dal Partito Democratico di Sesto Fiorentino, dove purtroppo abbiamo dovuto assistere all’ennesimo “teatrino” della vecchia politica...
CDP Querceto

Ieri sera eravamo presenti, alla Cdp di Querceto, all’incontro sui rifiuti e sull’inceneritore organizzato dal Partito Democratico di Sesto Fiorentino, dove purtroppo abbiamo dovuto assistere all’ennesimo “teatrino” della vecchia politica e di un partito che ormai di democratico ha solo il nome. Tralasciando la defezione all’ultimo secondo del segretario Becattini, che evidentemente non ha ritenuto il tema oggetto dell’incontro degno della sua presenza, l’incontro è parso sin da subito un monologo, ingessato da lunghi interventi di “tecnici” (non sono mancate addirittura slides in inglese!) che hanno lasciato ben poco spazio al dibattito, con conseguenti proteste da parte dei presenti. Nonostante le ampie rassicurazioni sull’impatto ambientale e sanitario praticamente inesistenti (a loro dire) dell’impianto in via di costruzione a Case Passerini, non sono mancate nel finale ampie voci di dissenso da parte dei pochi che hanno avuto la “fortuna” di poter intervenire ed ha fatto notare che Sesto, stretta tra inceneritore, nuova pista – che andrà ad aggiungersi e non a sostituire a quella già presente – e terza corsia rischia seriamente di diventare la “pattumiera” della Piana. Un kevento che poteva servire a dialogare e ascoltare i diversi pareri ma che ha visto il rifiuto da parte degli organizzatori di aprirsi alla discussione.

Continueremo la nostra battaglia in difesa del territorio, dell’ambiente e della salute dei cittadini e non permetteremo che prevalgano interessi privati a scapito di Sesto.

Categories
ambienteSesto
No Comment

Leave a Reply

Notizie

RELATED BY