CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 FEBBRAIO

Intervento del consigliere Marco Salvadori, del gruppo consiliare di maggioranza Per Sesto
.

Marco Salvadori

Nella giornata di giovedì 9 febbraio si è tenuta a Sesto Fiorentino la seduta del Consiglio Comunale dedicata all’approvazione del Bilancio di Previsione.

Pubblichiamo l’intervento tenuto in Consiglio da Marco Salvadori, Consigliere del nostro gruppo

 

Grazie Presidente,

oggi siamo qui a discutere del documento che rappresenta il cardine dell’azione amministrativa della nostra giunta, e questo dà inevitabilmente spazio a innumerevoli riflessioni. Si potrebbe parlare del contesto in cui le amministrazioni locali si sono trovate a operare negli ultimi anni, un contesto nel quale le scelte dei vari governi nazionali che si sono succeduti gradualmente e inesorabilmente hanno privato gli enti territoriali di autonomia e possibilità decisionale in molti settori della vita pubblica, e quello della finanza pubblica non è stato certamente risparmiato: alla progressiva riduzione dei trasferimenti ministeriali ha fatto seguito un parallelo restringimento delle leve di intervento dell’ente, e questa situazione rischia di per sé di portare all’immobilizzazione delle amministrazioni pubbliche locali. In questo quadro, a mio parere, assume una rilevanza ancora maggiore il lavoro che questa amministrazione ha svolto, a poche settimane dal suo insediamento, nel cercare di reperire fonti di finanziamento alternative che consentissero di implementare importanti progetti di investimento per la nostra città: l’accesso ai finanziamenti del “bando delle periferie” e del “progetto Kyoto” sono da considerarsi un fiore all’occhiello per la nostra giunta e per i nostri tecnici comunali, che hanno saputo rispondere con prontezza alle stringenti necessità di organizzazione che l’accesso a tali bandi richiedeva, e lo hanno fatto non solo velocemente ma anche molto molto bene da un punto di vista tecnico, dato che grazie a questo lavoro il nostro Comune avrà la possibilità di vedersi finanziare integralmente progetti per circa 5 milioni di euro. E a nostro avviso ancora più importante è la scelta della tipologia di investimenti che si è voluto finanziare: la nostra amministrazione ha deciso di dirigere gli sforzi principalmente verso 3 direzioni:

La scuola, con interventi importanti di oltre 3 milioni di euro che riguarderanno diversi istituti della nostra città, i quali saranno resi più sicuri e più efficienti anche da un punto di vista energetico grazie ai finanziamenti derivanti dal “bando delle periferie” e “progetto Kyoto”. L’ambiente, con interventi importanti sia su Villa Solaria (e non solo per una sua veloce riapertura, ma in un più ampio quadro di restyling) che su altre aree verdi della nostra città

La mobilità sostenibile, con interventi pesanti che si renderanno necessari per il completamento dell’anello ciclabile della città e della pista ciclabile che attraverserà il Parco della Piana (progetto finanziato in parte anche dalla Regione Toscana).

Senza dimenticare tutti gli altri investimenti previsti nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche.

Il nostro gradimento, sia come cittadini sia come rappresentanti della lista civica Per Sesto, è dovuto principalmente a una circostanza ben precisa: queste scelte di investimento non solo rappresenteranno un bene nell’immediato per la nostra comunità, ma soprattutto delineano l’idea che l’amministrazione ha della Sesto Fiorentino del domani, un’idea di città che a noi piace molto, e che avevamo descritto come la strada da percorrere anche durante la campagna elettorale. Noi ci immaginiamo la Sesto Fiorentino del domani con scuole sicure, moderne ed efficienti per i nostri bambini e i nostri ragazzi (e in quest’ottica accogliamo con favore, come abbiamo sempre sostenuto, l’idea di spostare il Liceo Agnoletti all’interno del Polo Scientifico), scuole che rappresentino non solo un parcheggio per poche ore ma luoghi in cui la formazione degli studenti possa essere considerata come un valore aggiunto da perseguire. Ce la immaginiamo ricca di spazi verdi, spazi verdi da regalare e custodire per i nostri cittadini e che diventino luoghi da vivere per tutte le generazioni, dai più piccoli fino agli anziani; aree verdi che rappresentino vivi spazi di integrazione e che quindi si riempiano di persone e non di cemento, quel cemento che qualcun’altro vorrebbe inserire nelle nostre aree verdi per costruire inutili e dannose infrastrutture. E poi domani vorremmo una Sesto Fiorentino che diventi un esempio anche per altri in termini di mobilità sostenibile, una città al cui interno ci si possa muovere con la bicicletta in totale sicurezza, con la possibilità di abbandonare l’automobile per gli spostamenti urbani ma non solo, e garantire quindi una migliore qualità della vita per tutti.

Colgo quindi l’occasione per riproporre il nostro ringraziamento per il lavoro che amministrazione e tutti i dipendenti comunali hanno in tal senso svolto in questi mesi, e anche per quello che nelle prossime settimane, nei prossimi mesi, si troveranno a svolgere per rendere operativi questi progetti di investimento. Siamo quindi contenti delle scelte che la nostra amministrazione ha fatto fino ad adesso e anche in questo Bilancio, e saremo sempre pronti a stimolare perché questa strada di accesso ai finanziamenti tramite bandi, siano essi regionali, ministeriali o europei, sia percorsa anche in futuro, al fine di proseguire nei prossimi anni nel disegno di quella Bella Sesto che desideriamo.

Grazie

Categories
Bilancio comunaleSesto
No Comment

Leave a Reply

Notizie

RELATED BY